Cos’è la Carta di Milano

Un documento di impegno collettivo sul diritto al cibo che sarà l’eredità immateriale dell’Expo milanese. Tutti possono firmarla, online o all’interno del Padiglione Italia di Expo

Embed - Condividi questo video

A Milano, in occasione di Expo 2015, ci sarà un confronto vero su alcuni nodi cruciali della sfida alimentare globale che ci accompagnerà per i prossimi anni.

Il contributo di Expo 2015 a questo dibattito, e l’eredità immateriale della manifestazione, è la Carta di Milanoil documento che esprime la proposta dell’Italia sui temi dell’Esposizione Universale, ma anche lo strumento per guidare il dibattito che si svolgerà nei prossimi mesi, e per tutte le iniziative che diventeranno eventi nel semestre dell’Expo (a partire dal Padiglione Italia). La Carta sarà consegnata al Segretario Generale dell’ONU Ban Ki-Moon quale atto di indirizzo internazionale e quale contributo alle riflessioni che saranno svolte in sede di discussione sui Millennium Goals a novembre 2015.

Per la prima volta, quindi, un’Esposizione universale propone una carta di responsabilità e impegni concreti e misurabili rivolta a cittadini, governi, istituzioni, associazioni e imprese. Il documento sarà sottoposto infatti anche alla firma dei visitatori dei padiglioni per responsabilizzare ciascuno su questioni come lo spreco alimentare, il diritto al cibo, la sicurezza dei prodotti, l’agricoltura sostenibile. Tutto questo in vista dell’aggiornamento degli Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite, che proprio quest’anno saranno sostituiti dai nuovi Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, nel quale l’Italia ed Expo saranno protagonisti.

Tutti possono firmare la Carta di Milano: a Expo2015 all’interno del Padiglione Italia, oppure online sul sito

Il percorso verso la Carta di Milano è iniziato con la giornata “L’Expo delle Idee“, che il 7 febbraio 2015 ha riunito oltre 500 esperti all’Hangar Bicocca di Milano. Suddivisi in 42 tavoli di lavoro, gli esperti hanno iniziato a porre le basi per la stesura della Carta.

Nelle settimane successive gli esperti hanno continuato a confrontarsi, ritrovandosi per un incontro intermedio a Firenze il 28 Marzo per la seconda tappa di “Expo delle Idee”. Dopo una terza tappa a Pompei, dedicata alla promozione del patrimonio culturale italiano, la carta di Milano è stata presentata ufficialmente il 28 Aprile all’Università Statale di Milano. Per l’occasione, gli attori Francesco Pannofino e Emanuela Rossi l’hanno letta in versione integrale.

Embed - Condividi questo video

 

Partecipa al dibattito sulla Carta  con gli hashtag #firmanchetu e #cartadimilano

Riguarda tutti gli interventi di “Expo delle Idee”, il percorso di preparazione della Carta di Milano

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <section align="" class="" dir="" lang="" style="" xml:lang=""> <style media="" type="" scoped="">

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien