Experia, viaggio in Italia nell’anno dell’Expo

Rai Expo, Padiglione Italia e Politecnico di Milano intraprendono un nuovo percorso attraverso il nostro Paese per raccontare il territorio, le eccellenze e le trasformazioni

Embed - Condividi questo video

 

Leggi di più

A cinquant’anni dal viaggio di Mario Soldati, Rai Expo, Padiglione Italia e Politecnico di Milano intraprendono un nuovo percorso attraverso il nostro Paese: Experia. Viaggio in Italia nell’anno dell’Expo.

Il suo scopo è raccontare il territorio italiano, le sue eccellenze, le criticità, le trasformazioni passate, presenti e future. Per farlo, sceglie una strada originale: riscoprire le vie di comunicazione, le infrastrutture, le opere, gli ambienti e i paesaggi alimentari che hanno unito l’Italia e che nell’era dei collegamenti veloci rischiano di risultare invisibili.

Experia è un progetto di comunicazione cross-mediale e multipiattaforma, che prevede la realizzazione di una serie televisiva, di una piattaforma web aperta agli utenti e di una serie di eventi durante l’Esposizione universale. Inoltre è un’importante occasione di chiamata per i giovani architetti del Paese, che potranno candidare la propria idea di trasformazione urbana e rurale: le migliori 60 idee saranno valorizzate all’interno del Padiglione Italia nel corso di Expo.

La serie tv, prodotta da Rai Expo con la consulenza scientifica del Politecnico di Milano, è composta da 12 documentari di 28 minuti l’uno. Spostandosi a piedi, in barca, in bici o in treno, Guido Morandini, filmaker, narratore e self-tracker, compie un viaggio circolare lungo la penisola munito di un sistema di navigazione satellitare che disegna di volta in volta itinerari inediti. Ogni puntata, così, è l’occasione per abbinare grandi opere e produzioni agroalimentari: il Canale Cavour e il riso, l’Acquedotto pugliese e i cereali, la Piana del Sele e l’ortofrutta, etc. Ma è anche un modo per attraversare – nell’anno dell’Esposizione Universale di Milano - tutte le regioni d’Italia incontrando uomini e donne, locali e migranti, operai e padroni. E per scoprire tradizioni, innovazioni, storie, memorie, esempi e progetti di riqualificazione urbana e rurale.

La piattaforma Experia è ospitata sul sito expo.rai.it. Riporta su una mappa, in progress, gli spostamenti di Guido Morandini durante le riprese della serie TV, fornisce la geo-localizzazione di luoghi e personaggi chiave del progetto e le linee tematiche di interconnessione tra i diversi territori e ambienti alimentari, allo scopo di promuovere la conoscenza, l’identità e l’attrattività dei territori, coinvolgere le comunità locali, immaginare e progettare insieme il futuro, riscoprire il ruolo e la vocazione di servizio pubblico della Rai. Sarà on line entro la fine del 2014 e includerà contenuti “extra” ricavati dai materiali televisivi, post e servizi della redazione web di Rai Expo, contributi generati dagli utenti anche attraverso i profili social e iniziative specifiche organizzate da Padiglione Italia e Politecnico di Milano.

Il concorso “Racconta il tuo territorio, diventa protagonista del Padiglione Italia” sarà parte integrante della piattaforma Experia ospitata sul sito della Rai. Dal 1 gennaio 2015, gli studenti delle Facoltà di Ingegneria, Architettura, Sociologia e non solo che potranno caricare sulla piattaforma i propri progetti di trasformazione del paesaggio urbano e rurale. Termine ultimo del bando sarà il 30 aprile, poi, in giugno, i 60 vincitori saranno co-protagonisti degli eventi organizzati all’interno del Padiglione Italia di Expo 2015 in occasione delle serate di anteprima della serie tv Experia.

Dopo il 31 ottobre 2015, a conclusione del grande evento, la Piattaforma Experia rappresenterà una delle eredità immateriali dell’Esposizione Universale.

Il 19 novembre alla Biennale di Venezia c’è stata la conferenza stampa di presentazione del progetto Experia, dove somo intervenuti Gianluca Fagone (Rai Expo), Guido Morandini (filmaker e ideatore del progetto), Andrea Rolando (Politecnico di Milano), Paolo Verri (Direttore del palinsesto eventi del Padiglione Italia di Expo 2015), Cino Zucchi (Curatore del Padiglione Italia – Biennale Architettura 2014) e ha coordinato Carlo Durante (Rai Expo).

Embed - Condividi questo video

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <section align="" class="" dir="" lang="" style="" xml:lang=""> <style media="" type="" scoped="">

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien