Perché il cibo è la nostra identità

Prima dell’unità politica, gli italiani erano già uniti da tradizioni, modi di vita, pratiche quotidiane e cultura. Parte integrante di questa cultura erano i modelli alimentari e gastronomici. Stili e gusti condivisi avevano già dato un’identità al Paese.

E sulla definizione degli usi alimentari, l’incidenza della religione, naturalmente, ebbe il peso maggiore istituendo un calendario, i giorni di magro e di grasso, e uniformando le usanze alimentari su scala europea. Questo è il tessuto comune sul quale si iniziano a delineare le tradizioni locali. La storia dell’alimentazione procede di pari passo con la storia degli stati moderni.

Lo stesso succedeva ad altre latitudini. E qui, le differenze negli usi alimentari sono dettate, non solo dalla religione, ma soprattutto dal clima, dalle risorse del territorio e dai prodotti disponibili. Anche questo, oltre ai problemi legati all’alimentazione, fa parte del prezioso bagaglio di Expo 2015.


CLICCA SULLE PAROLE PER APPROFONDIRE

Il 10 ottobre se ne è parlato nei tavoli

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien