Come raggiungere l’obiettivo di avere zero affamati sul pianeta

Secondo la FAO, l’organizzazione delle Nazioni Unite per il cibo e l’agricoltura, nel 2014 c’erano circa 795 milioni di persone che soffrivano cronicamente la fame.  Sono tanti, tantissimi: un abitante su nove. Un’ipoteca sul suo futuro del pianeta.

La buona notizia è che le persone che soffrono la fame sono 209 milioni in meno rispetto al 1990, e questo nonostante la popolazione mondiale sia nel frattempo passata da 5,5 a quasi 7 miliardi. Significa che la percentuale di affamati sta calando vistosamente. Il miglioramento è visibile soprattutto in Asia e in America Latina, grazie al grande sviluppo economico che hanno avuto negli ultimi decenni paesi come Cina, India, Brasile. Mentre è più lento in Africa, dove povertà e arretratezza dell’agricoltura si sommano, in molti paesi, alle guerre e alle migrazioni forzate.

Secondo la FAO, sradicare la fame non è un’utopia, ma un obiettivo concreto raggiungibile nel giro di una generazione. Come farlo? Fame zero è stato uno dei grandi temi dell’Expo milanese, ed è il tema fondamentale dei nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile, che raccolgono il testimone degli obiettivi del Millennio.


CLICCA SULLE PAROLE PER APPROFONDIRE

Il 10 ottobre se ne è parlato nei tavoli

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien