Slang – That’Sapore (puntata 1)

In onda sabato 24 e 31 ottobre alle 16,30 su Rai 3 lo speciale sul falso Made in Italy coprodotto da Rai Expo e Rai 3 – video

Slang – That’Sapore (parte 1)

Embed - Condividi questo video

RaiExpo e Rai 3

presentano

SLANG -  THAT’SAPORE

Un programma di:  Gianluca Santoro, Gerardo Greco ed Ester Maria Lorido.

Edizione: Marco Spinnato – Regia: Cristiano Leuti.

In onda sabato 24 e 31 ottobre alle 16,30 su Rai 3.

Il falso cibo Made in Italy, il fake italian food, in America lo chiamano “Italian Sounding”, un giro d’affari di oltre 50 miliardi di euro all’anno…  Per capire: 2 prodotti su 3 commercializzati all’estero si richiamano al nostro Paese.

Gerardo Greco è tornato negli Stati Uniti per realizzare il secondo capitolo di Slang, questa volta con il titolo That’Sapore: un’inchiesta – in due puntate con un inedito linguaggio da “road movie” - sulle tracce dei prodotti alimentari che assomigliano a quelli del Belpaese ma che, il più delle volte, di tricolore hanno solo l’etichetta...

SLANG – THAT’SAPORE è un viaggio – coprodotto da RaiExpo e Rai3 – per capire come e dove vengono realizzati la mozzarella cheese, la puttanesca souce, l’italian wine e tutti quei cibi definiti italiani… ma interamente made in Usa.

Sullo sfondo, una gara: tre chef italiani che lavorano da tempo a New York  “costretti” a cucinare tre piatti tipici della tradizione italiana (amatriciana, parmigiana e tiramisù) ma con ingredienti rigorosamente locali.

Una vera e propria ribellione al “fake” simbolicamente ambientata a Woodstock: patria di una delle più celebri rivoluzioni culturali della storia.

 

NELLA PRIMA PUNTATA:

La presentazione dei nostri 3 cuochi (Giorgia Caporuscio, Antonio De Ieso e Luca Arrigoni) tra New York e Woodstock, i produttori della mozzarella dry e marinata Sauce in New Jersey, i ravioli ripieni di qualunque cosa dell’Upstate Ny, i dolci di Carlo’s, il boss delle torte di Hoboken e Rao’s, tra i più famosi ristoranti italo-americani degli Stati Uniti.

 

NELLA SECONDA PUNTATA:

La gara dei cuochi, gli insaccati di Montalbano’s a Staten Island la fresh mozzarella ed i formaggi sott’olio di Antony Mongiello from Hurleyville Ny, i salumi della salumeria biellese, dal 1925 in New Jersey, il vino dei vigneti di North Folk a Long Island, la pasta di Raffetto’s e Sbarro, il primo italian fast food degli Stati Uniti.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong> <section align="" class="" dir="" lang="" style="" xml:lang=""> <style media="" type="" scoped="">

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien